Quick Browse
Movies
TV shows
Music
Games
Applications
Anime
Other
Facebook
Advertising

Friends
Torrent Download
Movie4u
1337x.to
Torrent Downloads




Cortometraggi di Paolo Gioli - DVD 2 [DVD5 - Muto e Musica] [Tntvillage]


    Seeders : 3      Leechers : 20

Trackers List

Tracker NameLast CheckStatusSeedersLeechers




Torrent File Content (25 files)


Film di Paolo Gioli - DVD 2
    DVD_2
          VIDEO_TS/VIDEO_TS.BUP -
14 KB

          VIDEO_TS/VIDEO_TS.IFO -
14 KB

          VIDEO_TS/VIDEO_TS.VOB -
96 KB

          VIDEO_TS/VTS_01_0.BUP -
68 KB

          VIDEO_TS/VTS_01_0.IFO -
68 KB

          VIDEO_TS/VTS_01_0.VOB -
38 KB

          VIDEO_TS/VTS_01_1.VOB -
1024 MB

          VIDEO_TS/VTS_01_2.VOB -
1024 MB

          VIDEO_TS/VTS_01_3.VOB -
1024 MB

          VIDEO_TS/VTS_01_4.VOB -
537.06 MB

          VIDEO_TS/VTS_02_0.BUP -
30 KB

          VIDEO_TS/VTS_02_0.IFO -
30 KB

          VIDEO_TS/VTS_02_0.VOB -
38 KB

          VIDEO_TS/VTS_02_1.VOB -
794.55 MB

          VIDEO_TS/VTS_03_0.BUP -
18 KB

          VIDEO_TS/VTS_03_0.IFO -
18 KB

          VIDEO_TS/VTS_03_0.VOB -
84 KB

          VIDEO_TS/VTS_03_1.VOB -
5.86 MB

          VIDEO_TS/VTS_04_0.BUP -
14 KB

          VIDEO_TS/VTS_04_0.IFO -
14 KB

          VIDEO_TS/VTS_04_1.VOB -
53.81 MB

          VIDEO_TS/VTS_05_0.BUP -
18 KB

          VIDEO_TS/VTS_05_0.IFO -
18 KB

          VIDEO_TS/VTS_05_0.VOB -
5.94 MB

          VIDEO_TS/VTS_05_1.VOB -
136 KB



Description



CORTOMETRAGGI

http://img360.Imageshack.us/img360/2992/opening3js2.png


Il gruppo SPG è lieto di presentarVi:


PAOLO GIOLI


FILM DI PAOLO GIOLI - DVD 2


http://img329.Imageshack.us/img329/4282/byloriszv6.gif[/img]


- LOCANDINA -

http://img171.Imageshack.us/img171/9189/paologioli.jpg[/img]

DVD 2
Immagini travolte dalla ruota di Duchamp
1994, 13’3’’, 16 mm, silenzioso
Filmarilyn*
1992, 11’12’’, 16 mm, silenzioso
Commutazioni con mutazione*
1969, 6’35’’, 16 mm, silenzioso
Filmfinish*
1986-1989, 12’27’’, 16 mm, silenzioso
Immagini disturbate da un intenso parassita
1970, 37’52’’, 16 mm, sonoro
Volto telato
2002, 2’52’’, DVD, sonoro




- ANNOTAZIONE SULLE OPERE PRESENTATE -

"Immagini travolte dalla ruota di Duchamp" 1994
(dedicato a J.M.Bouhours)
Film 16 mm bianco e nero, muto, 18 ftg/s, 10'
Collaborazione di Giovanni Cappello
Vampa Productions

Duchamp è certamente complesso quanto Joyce e per fare qualcosa
su di lui, ho provato a dedicargli questo breve "poemetto filmico",
agendo soltanto su alcune immagini di immagini delle sue opere,
tratte sempre da libri e cataloghi (cioè dall'inchiostro).
Per esempio, oscurando i raggi di una ruota lasciando fessure regolari,
trasformandola così in un vero otturatore-esterno che è venuto a sostituire
quello della mia cinepresa, mancante.
Ruota di bicicletta che si fa cinema e viceversa. Per esempio, la sua
finestra-nera che si trasforma in tanti schermi video, ecc. Su Duchamp mi
sentirei di fare un film per ogni sua opera, perché mente, ironia e alchimia
è propria del Cinema.
Paolo Gioli

"Filmarilyn" 1992
(dedicato a Paolo Vampa)
Film 16 mm bianco e nero, muto, 18 ftg/s, 10'
Vampa Productions

Questo breve film, mi sembra alla fine come avessi ritrovato in qualche
parte completamente dimenticato, come fosse stato un "provino"
precinematografico, non riuscito. Tutte animazioni costruite da fotografie di
un'unico grosso libro. Al termine lei muore e nella simulazione viene trovata
così come nella simulazione; come fossi stato io con la mia cinepresa ad
entrare per primo nella sua stanza di morte.
Paolo Gioli

"Commutazioni con mutazione" 1969
Film 16 mm bianco e nero, muto, 18 ftg/s, 7'
Vampa Productions

Composto da "formati" di tre nature diverse e fatti coesistere; super 8,
16 e 35 mm in un unico supporto originario 16 mm, bianco.
Le misure diverse hanno fatto sì che le loro interlinee primitive venissero
a contatto e regolate (e con sé le immagini) da un unico ritmo "diabolico".
I formati suddetti sono stati alternativamente incollati con nastro adesivo
trasparente, frammento su frammento.
Paolo Gioli

"Filmfinish" 1986-'89
Film 16 mm bianco e nero, muto, 18 ftg/s, 13'
Vampa Productions

Questo film è costruito con la tecnica di ripresa del cosiddetto "fotofinish"
attuato nelle gare sportive. Lo stesso principio è applicato appunto, alla
cinecamera. I soggetti sono stati esplorati e autoesplorati da una sottile
fessura sistemata orizzontalmente a metà del riquadro-fotogramma
d'entrata della cinecamera stessa. Le immagini dunque, si formano con
una serie fittissima di linee come in un primitivo schermo video alla Nipkow.
I ritmi cinetici del film, variano su accelerazioni e decelerazioni imposte
fuori sincrono, tra cinepresa e soggetti: tra movimenti dall'alto in basso,
oppure con la macchina coricata su un fianco, (ora la linea è verticale)
dunque da destra a sinistra e viceversa.
Naturalmente senza otturatore, ne griffa. Questa tecnica filmica è molto nota
anche per riprese scientifiche, ed è proprio anche questa mistura, che vuole
affiancare il mio desiderio grafico di grande ansia autocompositiva.
Paolo Gioli

"Immagini disturbate da un intenso parassita" 1970
(dedicato ad Emilio Vedova)
Film 16 mm bianco e nero, sonoro, 45'
Vampa Productions

Il terzo dei film "presi" dal televisore è di gran lunga il più complesso e
faticoso lavoro da me attuato sulle immagini-video.
Diviso da titoli-poema e da allocuzioni visual-strutturali ha per protagonisti
"detti" geometrici forniti dal quadrato "in prima persona" ed altri corpi plastici
provenienti dal quadrato medesimo.
Il "cascame" d'immagine viene a formarsi all'interno e ai bordi dei corpi
suddetti. Formato e trasformato da successivi interventi "diretti" anche sullo
schermo vetroso del video, usato come tavola luminosa, dove vengono a
formarsi più strati di immagini.
Paolo Gioli

"Volto telato" 2002
Video digitale bianco e nero, DVD, sonoro, 2'48"
Computer: Carlo Borsani

Questo video digitale parte da una idea di trasferire in film tutte le immagini
fotografiche realizzate con la cosiddetta tecnica del fotofinish.
In attesa di completarlo, ho ripreso a passo-uno con camera digitale, i volti
e loro trasformazioni subite con il fotofinish, trasferendole per poi "agitarle"
in animazione in un'unica sequenza, dentro il computer.
Questa agitazione strappata alla fissità fotografica, manomessa da
intersezioni di oggetti combinati ai volti-avvolti; il passare dalla quiete fissa,
alla parossistica interferenza e sussulto animatorio del violoncello di Bach.
Paolo Gioli



- CHI E' PAOLO GIOLI -

Paolo Gioli è uno dei più importanti fotografi e autori cinematografici indipendenti internazionali oggi in attività. Ha esposto i suoi lavori ad Arles, Venezia, Firenze, Roma, e al Centre Pompidou di Parigi. Da molti anni ha stretto un sodalizio professionale con Paolo Vampa, promotore e produttore del suo lavoro foto-cinematografico.
La 45a Mostra Internazionale del Cinema Nuovo di Pesaro ha ospitato nel giungo 2009 una sua retrospettiva cinematografica, curata dal critico e docente Giacomo Daniele Fragapane, e una tavola rotonda nell’ambito della quale vari studiosi hanno evidenziato la particolarità del lavoro di Paolo Gioli.

Biografia in italiano

Paolo Gioli nasce a Sarzano di Rovigo il 12 ottobre 1942, settimo di undici figli di Celio, geometra, e di Leonina Gasparetto. Frequenta le scuole elementari a Sarzano. Verso i diciotto anni conosce lo scultore Virgilio Milani e inizia a frequentare il suo studio di Rovigo. E' per lui un primo maestro. Nel 1960 inizia a lavorare come decoratore in un laboratorio di ceramica di Rovigo. Qui conosce Carla Schiesari, che sposerà nel 1969. Dal 1960 al 1963 frequenta la Scuola Libera del Nudo
presso l'Accademia di Belle Arti di Venezia. Conosce Luciano Gaspari e Giuseppe Santomaso, che lo incoraggiano a disegnare e a dipingere, e successivamente Emilio Vedova, mentre l'assidua frequentazione dei musei e delle gallerie veneziane lo avvicina all'arte italiana del Medioevo e del Rinascimento e le frequenti visite all'Archivio storico della Biennale e alla collezione Guggenheim gli fanno conoscere le avanguardie. Nel 1964 incontra la Pop Art americana, esposta alla Biennale. Nella sua permanenza a Venezia, fino al 1967, conosce il gallerista Cesare Misserotti e, fra gli altri, il critico Berto Morucchio. Partecipa alle mostre collettive dell'Opera Bevilacqua La Masa, presidente Diego Valeri, nel 1963-'64 (vincitore del primo premio per il disegno, "Nudo", 1963), 1964-'65, 1965-'66 (vincitore del primo premio per la pittura, "Figura, figura, figura, figura", 1965). Nel 1964, '65, '66, '67 espone in mostre personali alla galleria l'Elefante, presso la quale stampa la sua prima cartella litografica, "Oggetti probabili", 1967. Alla fine del 1967 insieme al pittore Piergiorgio Brusegan parte per New York, dove vive per circa un anno. Qui conosce Ruth Friedlich (a lui segnalata dall'allora conservatore di Ca' Pesaro Guido Perocco), la quale gli è d'aiuto e gli fa ottenere una borsa di studio della John Cabot University di Boston. A New York stringe amicizia con Paolo Vampa, che diviene sostenitore e produttore del suo lavoro. Gioli vive prima nel quartiere portoricano e poi a Union Square, accanto alla Factory di Andy Warhol. Fa diretta conoscenza dell'Espressionismo Astratto, della Pop Art, del New American Cinema e visita ripetutamente i musei e le gallerie d'arte newyorchesi, e il Museo di Storia Naturale. Lavora ad alcuni grandi disegni (uno di essi è oggi conservato presso la Rockfeller Foundation), ma l'esperienza americana segna soprattutto la nascita di un forte interesse per il cinema e, insieme, di un primo interesse per la fotografia. Nell'autunno del 1968 è di nuovo in Italia e per un anno torna a vivere a Venezia. Nel 1969 inizia a lavorare con il cinema e poi con la fotografia, utilizzando camere con foro stenopeico. Nel 1969 si trasferisce a Roma, dove vive fino al 1975. E' il periodo della Pop Art romana, che vede attivi Schifano, Angeli, Festa. Gioli affianca alla pittura e al disegno la serigrafia e la litografia (realizza una nutrita serie di tele serigrafiche, due cartelle litografiche, "Ispezione e tracciamento sul rettangolo" e "Immagini disturbate da un intenso parassita", 1975 e un libro litografico, "Dadathustra", 1976) e approfondisce sempre di più i suoi interessi verso il cinema e la fotografia, con decisa scelta di stampo sperimentale. Attraverso il filmmaker Alfredo Leonardi entra in rapporto con la Cooperativa Cinema Indipendente, intorno alla quale operano, oltre a Leonardi, pittori come Gianfranco Baruchello e letterati come Massimo Bacigalupo. Presenta al FilmStudio, fondato da Amerigo Sbardella e a cui collaborano Adriano Aprà e Enzo Ungari, i suoi primi film, interamente girati, sviluppati e stampati da lui.
Realizza anche fotografie e film da immagini video, e a partire dal 1973 inizia a operare anche con la tecnica del fotofinish, reinventandola creativamente. Nel 1976 si trasferisce a Milano, dove vive fino alla fine del 1981.Qui conosce lo studioso di fotografìa Ando Gilardi e subito dopo Lanfranco Colombo, direttore della galleria II Diaframma/Canon. Essi lo introducono ufficialmente nell'ambiente della fotografia, disciplina alla quale, da questo momento in poi, si dedica con continuità, affiancandola al cinema. Nel 1977 inizia a fare uso del materiale Polaroid e mette a punto tecniche di trasferimento su supporti diversi, soprattutto la carta da disegno e la seta, talvolta anche la tela e il legno. Proprio dello stesso anno è la sua prima mostra personale alla galleria II Diaframma / Canon (Il tempo della ricerca ritrovata), dove espone anche nel 1978 e nel 1979. Nel 1979 inizia ad utilizzare nelle sue ricerche anche il Cibachrome. Di questo stesso anno è la conoscenza con il fotografo e storico della fotografia Italo Zannier, in occasione della manifestazione Venezia ' 79. La Fotografia. Gli anni 1981(anno del suo ritorno a Rovigo)-1984 sono dedicati a una serie di ricerche con la Polaroid concepite come "omaggi" ai protofotografi, A Hyppolite Bayard gran positivo, Niépce di Land, Cameron Obscura, Eakins/Marey. L'uomo scomposto). Porta la data 1981-'82 una personale all'Istituto Nazionale per la Grafica- Calcografia di Roma, II punto trasparente -'grafie. Nel 1982 ha inizio una duratura collaborazione con la galleria Michèle Chomette di Parigi; dello stesso anno è la sua prima importante personale all'estero, ad Arles (Cameron Obscura), mentre dell'anno successivo è la sua personale di fotografia ( Corps et Thorax) e di cinema al Centre Georges Pompidou di Parigi. In questa occasione conosce Alain Sayag e Jean-Michel Bouhours, responsabili del settore fotografia e del settore cinema del Pompidou. Del 1986 è la ricerca Obscura, la natura riflessa (presentata al Museo del Paesaggio di Verbania) e del 1987 Autoanatomie (presentata al Musée Reattu di Arles). Nel 1989 lascia Rovigo e si trasferisce a pochi chilometri dalla città, in campagna, a Lendinara. Nel 1991 espone fotografia e film nella mostra antologica Gran positivo nel crudele spazio stenopeico, a Palazzo Fortuny a Venezia e successivamente al Museo di Storia della Fotografia Fratelli Alinari a Firenze. Del 1996 è una grande mostra antologica al Palazzo delle Esposizioni di Roma dal titolo "Paolo Gioli. Fotografie, dipinti, grafica, film", nella quale per la prima volta viene presentato l'insieme della sua opera in tutte le sue articolazioni dal 1962 al 1995. Sempre nel 1996 su incarico dall'EU Japan Fest Japan Committee svolge una ricerca a Tokyo, una serie di ritratti realizzati in fotofinish, che viene poi esposta in diverse sedi europee. Degli anni 1997-98-99 sono le ricerche "Torsi luminescenti", "Confinati" (esposta ai Rencontres Internationales de la Photographie di Arles nel 1998), "Fiori". Nel 1999-2000 prende parte al progetto "Milano senza confini", per incarico della Provincia di Milano ed espone allo Spazio Oberdan di Milano. Del 2001 è la sua personale alla galleria Michèle Chomette di Parigi dal titolo "Paolo Gioli. Attraverso. Oeuvres fotofinish 1995-2000 et film 1969-1995". Vive e lavora a Lendinara, impegnato in ricerche filmiche, sul fotofinish, la materia Polaroid e Cibachrome.

Biography in english

Paolo Gioli was born at Sarzano di Rovigo on October 12, 1942. He is the seventh of the eight children of Celio, surveyor, and Leonina Gasparetto. He attends the elementary school at Sarzano. When he is about 18 years old, he meets the sculptor Virgilio Milani and starts attending his studio at Rovigo. Milani is his first master. In 1960, he starts working as a decorator in a ceramic workshop at Rovigo. He meets in this workshop Carla Schiesari, who he was going to marry in 1969. From 1960 to 1963, he attends the Scuola Libera del Nudo [Free School of Nude] at the Accademia di Belle Arti [Art School] in Venice. He meets Luciano Gaspari and Giuseppe
Santomaso, who encourage him to draw and paint, and afterwards Emilio Vedova. He goes repeatedly to the museums and the galleries in Venice, approaching the Italian Art of Middle Ages and Renaissance and he frequently visits the Historical Archive of the Biennale and the Guggenheim Collection where he knows the avant-guards. While he is in Venice, until 1967, he meets the gallery-owner Cesare Misserotti and, among others, the critic Berto Morucchio. He takes part to collective art exhibitions at the Opera Bevilacqua La Masa, whose president is Diego Valeri, in 1963-64 (first prize winner with the drawing "Nudo" [Nude], 1963), 1964-65, 1965-66 (first prize winner with the painting "Figura, figura, figura, figura" [Figure, figure, figure, figure], 1965). In 1964, 1965, 1966, 1967, he shows his works in personal exhibitions at the gallery L'Elefante, where he prints his first series of lithographic works: "Oggetti probabili" [probable objects], 1967. At the end of 1967, he leaves together with the painter Piergiorgio Brusegan and flies to New York, where he lives about one year. He meets in New York Ruth Friedlich (indicated to him by Guido Perocco, who was at that time President Ca' Pesaro); she helps him to get a scholarship from the John Cabot University of Boston. In New York, he makes friends with Paolo Vampa, who becomes a supporter and producer of his work. Gioli lives at first in the Puerto Rican quarter and then at Union Square, close to Andy Warhol's Factory. He knows at first hand the Abstract Expressionism, the Pop Art, the New American Cinema and visits repeatedly the museums and the art galleries of New York and the Natural History Museum. He works on some large drawings (one of them is preserved at the Rockfeller Foundation); the American experience - though - marks the start of a strong interest in cinema and, at the same time, an initial interest in photography. In the fall of 1968, he is in Italy again and lives in Venice one year again. In 1969, he starts working with cinema first and then with photography, using pinhole cameras. In 1969, he moves to Rome, where he lives until 1975. This is the period of the Pop Art of Rome, with the artists Schifano, Angeli, and Festa.
Gioli adds to painting and drawing silk-screen and lithographic printing (he creates an extensive series of silk-screen works, two collections of lithographic works, "Ispezione e tracciamento sul rettangolo" [Inspection and tracing on rectangle] and "Immagini disturbate da un intenso parassita" [images disturbed by an intense parasite], 1975 and a lithographic book, "Dadathustra", 1976) and deepens his interest in cinema and photography, focusing mainly on experimentations. Through the filmmaker Alfredo Leonardi, he gets in touch with the Cooperativa Cinema Indipendente [Independent Cinema Cooperative], where, in addition to Leonardi, there are painters such as Gianfranco Baruchello and men of letters such as Massimo Bacigalupo. He screens at FilmStudio, founded by Amerigo Sbardella and with Adriano Aprà and Enzo Ungari as contributors, his firms film, completely shot, developed and printed by him.



- CARATTERISTICHE DEL DVD5 -

Durata: 88'
Lingue: SILENT OR MUSIC
Sottotitoli: NO
Formato Video: 1.78:1
Compressione: NESSUNA
Programmi utilizzati: SCONOSCIUTI
Contenuti Extra: Nessuno


Visit http://www.tntvillage.scambioetico.org/

Related torrents

Torrent NameAddedSizeSeedLeechHealth
1 Year+ - in Movies4.37 GB25
1 Year+ - in Movies4.36 GB210
Verified torrent
1 Year+ - in Movies3.39 GB135
Verified torrent
1 Year+ - in Movies4 GB139
10 months ago - in Music185.53 MB00

Comments (0 Comments)




Please login or create a FREE account to post comments

Latest Searches

| horny pornstars | GirlsWay Bailey Brooke Kristen Scott Revenge Of The Nerd 11 25 16 | brick Williams | F A B Jo Jo | Nation of domination | Armand Van Helden Extra Dimensional 2016 | Archie Shepp Quartet I Didn t Know About You 1990 Jazz mp3 320 h33t schon55 | alice in the 2010 | history trunks | mary im |